LA TOMBA DELLA FANCIULLA DI CALES

 

Durante lo scavo delle fondamenta dei nuovi loculi, in località “il migliaro” presso l’odierno cimitero di Calvi Risorta, è stata ritrovata una tomba di rilevante importanza storica:

si tratta della tomba della cosiddetta “fanciulla di Cales”. Un ipotesi degli archeologi ci dice che la tomba è di epoca etrusca e che doveva appartenere ad una principessa.

Infatti nel corredo funebre ritrovato, oltre ai vasi anch’essi di inestimabile importanza, furono ritrovati alcuni oggetti  d’ornamento personali. Tra questi  colpisce la presenza di tante fibule in bronzo che servivano a fermare l’acconciatura del velo, dei capelli e delle vesti che avvolgevano il corpo della principessa. Inoltre colpisce particolarmente il ritrovamento di uno scettro di vetro blu e di una fascia in lamina d’argento, lavorata a sbalzo, piegata su se stessa all’altezza della testa. La tomba è caratterizzata anche dalla presenza di calzari in legno e in bronzo, con funzione esclusivamente rituale. Infine arricchiscono il corredo armille in bronzo, scarabei di origine egiziana tutti in pasta vitrea; collane composte da pendenti in ambra, da vaghi di pasta vitrea e da un cristallo di rocca. 

 

Torna indietro